Gabriele Basilico. Non recensiti

Nel 1976 Gabriele Basilico è a Rimini per un lavoro sul Grand Hotel. È qui che conosce alcuni artisti che si esibiscono al Lady Godiva, l’adiacente night-club.

Incuriosito scatta qualche fotografia ed è colpito dalla disponibilità degli artisti a mettersi in posa.

Nel frattempo il mondo dell’avanspettacolo sta tramontando, mentre molti di quei luoghi si sono trasformati in cinema “a luci rosse”. Forse per testimoniare quel mondo in via di estinzione, forse perché colpito dall’umanità degli artisti (spogliarelliste, maghi, clown), Basilico comincia a fotografare teatrini e night milanesi.

C’è il progetto di farne un libro che non si realizza e viene dimenticato. Nel 2020, durante il primo lockdown, mettendo in ordine nello studio Basilico quella scatola è stata ritrovata e il libro è oggi finalmente realizzato, un inedito che aggiunge un pezzetto all’opera del fotografo milanese.

In questi scatti in bianco e nero Basilico si conferma un grande fotografo in un terreno che non gli è proprio.

Non c’è nessuna malinconia nel reportage, semmai l’orgoglio, la libertà e l’allegria di un gruppo di artisti al lavoro.

Completano il volume un saggio narrativo di Joan Fontcuberta e una testimonianza di Giovanna Calvenzi.

 


Casa editrice Humboldt
Lingua Italiano / Inglese
Prezzo € 23,75
Pagine 112
Info www.humboldtbooks.com