La Grande Alluvione 70 anni dopo

È il 14 novembre 1951 quando le acque del Po esondano, travolgendo tutto ciò che incontrano: persone, animali, edifici.

La Grande Alluvione del Polesine registra più di 100 vite spezzate e 180.000 persone costrette ad abbandonare le proprie case e la propria quotidianità.

Ma è proprio quando la disperazione rischia di inghiottire un intero territorio che il Polesine trova la strada per la rinascita: lenta, complessa, ma caparbia e potente.

Una mostra a cura di Francesco Jori, con Alessia Vedova e Sergio Campagnolo che ricorda quei tragici momenti con una selezione di immaginni fotografiche che da una parte si volge al passato per rievocare e raccontare quelle ore e quei giorni drammatici, dall’altra si sofferma sul presente, su come il Polesine di oggi sia stato plasmato dall’opera di ricostruzione.

 


Sede Palazzo Roncale, Rovigo
Date dal 23 ottobre 2021 al 30 Gennaio 2022
Orari da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle 19.00
sabato e domenica dalle 9.00 alle 20.00
Ingresso gratuito
Info www.palazzoroverella.com
Foto: © Archivio Publifoto Intesa Sanpaolo
Due uomini a bordo di un mezzo di soccorso improvvisato
durante l’alluvione(1951)